Normativa sul Coaching

Legge n. 4/2013

Dopo anni di attesa da parte di centinaia di migliaia di professionisti italiani (Coach compresi… ma non solo), finalmente nel Gennaio 2013 il Parlamento italiano ha approvato la Legge n. 4/2013Disposizioni in materia di professioni non organizzateche disciplina le professioni non organizzate in Ordini o Collegi.

 

Avvicinandosi così alla legislazione dei Paesi membri dell’Unione Europea, la Legge n. 4/2013 garantisce la libera concorrenza tra i professionisti, e soprattutto la tutela dei loro Clienti. In particolare, tale Legge “promuove l’autoregolamentazione volontaria e la qualificazione dell’ attività dei soggetti che esercitano le professioni”, stabilendo che “la qualificazione della prestazione professionale si basa sulla conformità della medesima a norme tecniche UNI ISO, UNI EN ISO, UNI EN e UNI”.

 

L’essenza della Legge n. 4/2013 non è proteggere le varie categorie professionali interessate, bensì tutelare e garantire il Cliente/Utente. Nella pratica – ad esempio – i professionisti sono tenuti ad evidenziare in ogni loro comunicazione o documento scritto il riferimento alla suddetta Legge, pena sanzioni amministrative per pratica commerciale scorretta nei confronti del Consumatore.

 

È da sottolineare che la Legge n. 4/2013 non esprime criteri di qualità professionale, così come non certifica o abilita alcun professionista, lasciando invece alle Associazioni di categoria prima, e successivamente ad una Norma UNI di definire le regole comportamentali ed etiche e le forme di garanzia a tutela del Cliente/Utente.

 

 

Norma UNI 11601-2015

A seguito della Legge 4/2013, il 12 Novembre 2015 è stata pubblicata la Norma UNI 11601-2015“Coaching – Definizione, classificazione, caratteristiche e requisiti del servizio”, entrando a far parte del corpo normativo nazionale. Hanno partecipato attivamente al Tavolo tecnico UNI i rappresentanti delle più accreditate Associazioni di Coaching nazionali tra le quali ICF-Italia, AICP, SCP-Italy.

 

La Norma UNI 11601-2015 definisce il Servizio di Coaching e si compone dei seguenti capitoli (indice):

  • Introduzione
  • Scopo e campo di applicazione
  • Riferimenti normativi
  • Termini e definizioni
  • Classificazioni del servizio di Coaching
  • Progettazione e offerta di Coaching
  • Erogazione del servizio
  • Responsabilità
  • Misurazione e valutazione del servizio
  • Bibliografia

 

La Norma UNI 11601-2015 è acquistabile: clicca qui

 

 

Certificazione in Coaching

La Norma UNI 11601-2015 definisce e classifica i requisiti del “Servizio di Coaching” per cui al momento è possibile Certificare il servizio di Coaching erogato (modalità organizzative e processo di erogazione) ma non ancora le competenze del singolo professionista.

Queste ultime potranno essere certificate non appena sarà pubblicata la seconda Norma UNI relativa ai requisiti, alle abilità e alle competenze richieste, che porterà alla Certificazione del Coach in accordo con l’Art. 6 della Legge 4-2013 “Autoregolamentazione volontaria“.

 

Oggi dunque un’Organizzazione di Coaching può certificarsi nel momento in cui, dopo averne fatto richiesta ad un Ente Certificatore Esterno accreditato da Accredia, ottiene responso positivo dall’attività di Audit Certificativo, che verifica congruenze e conformità delle procedure e dell’organizzazione operativa rispetto a quanto stabilito dalla Norma UNI 11601-2015.

 

Un primo importante passo per la Certificazione nel Coaching è quindi stato fatto, e riguarda il Servizio erogato dalle Organizzazioni, mentre per la Certificazione delle competenze del singolo Coach occorre ancora attendere la pubblicazione di una seconda Norma UNI.

COACHING PROFESSIONALE CERTIFICATO: La Società INCOACHING® eroga servizi di Coaching conformi alla Norma UNI 11601:2015 e allo schema di Certificazione CEPAS (PG69 rev. corrente).

Per la tua formazione in Coaching consigliamo:

  1. Una scuola specializzata in Coaching
  2. Un programma formativo riconosciuto dalle Associazioni ICF e/o AICP
  3. Un programma formativo in linea con gli standard del Coaching Professionale definito dalla Norma UNI 11601:2015 e successiva alla Legge n. 4/2013
  4. Un programma formativo che prepari al processo di Credenziale ICF
  5. Un team docenti che siano Formatori esperti e Coach Professionisti
  6. Un percorso con una estensione temporale non inferiore a 3 mesi (requisito richiesto da ICF e AICP) per sperimentare le competenze che via via vengono apprese e passare dal Sapere, al Saper Fare, all’Essere Coach!
Scarica

Legge 4 del 14/01/2013

“Disposizioni in materia di professioni non organizzate”

Scarica

Norma UNI 11601:2015

“Definizione, classificazione, caratteristiche e requisiti del servizio di coaching”

Privacy Policy: Acconsento al trattamento ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003



Chiama subito