Categoria: Diventare Coach: come trasformare i tuoi talenti in un’opportunità di carriera gratificante

Categoria: Diventare Coach: come trasformare i tuoi talenti in un’opportunità di carriera gratificante

talenti e tesori

Diventare Coach: come trasformare i tuoi talenti in un’opportunità di carriera gratificante

Non-stop action

Per l’antropologia e l’astrofisica la chiave dell’evoluzione è nell’imperfezione.
Infatti, senza un difetto, una frattura o una mancanza non ci sarebbe spazio per la crescita e per l’evoluzione.

In questo senso la psicologia stessa ci insegna che essere imperfetti non significa essere necessariamente incapaci ma piuttosto essere… umani.
Questo ci permette di guardarci sempre come fertili contenitori di potenzialità, le quali rimangono in attese di essere portate in luce e in movimento.

Allora mi chiedo: come trovare quella feritoia, quella fessura che proviene da un punto di rottura e che in senso positivo può agire come punto di svolta?
La vitalità di un essere umano si rivela anche a partire da questo: saper guardare alle ferite di frustrazione e di insoddisfazione quali indizi di un passo nuovo.
In questi casi la fiducia in sé stessi è ruota motrice che ci sostiene nella scoperta dei nostri talenti e tesori privati, a partire dall’accettazione circa il rischio di rendersi vulnerabili.

Ogni talento da esplorare rinvia necessariamente a sé stessi, richiamandoci alle seguenti domande:

  • Che cosa mi appartiene?
  • Che cosa mi muove e cosa mi sostiene?
  • Che cosa mi piace fare? che cosa posso fare?
  • Il talento è garanzia di felicità?

 
La ricerca del proprio talento, così come della propria unicità, investe l’individuo nella interrogazione della sua sostanza: energie, competenze, attitudini, obiettivi, desideri, volontà, sono tutte variabili interdipendenti attraverso cui un talento si declina per dare unicità al soggetto vivente.

 

Inscindibile

Non solo è difficile individuare i propri talenti. Questo è solo l’inizio.
Una volta chiariti e compresi, si tratta di scegliere quale privilegiare e preferire, tale per cui il talento prescelto darà vita a nuove azioni e a nuovi comportamenti.
Darsi fiducia attraverso il proprio talento richiede un costante esercizio di focalizzazione, la stabile visione di ciò che ognuno può e vuole per rendere più gratificante la propria vita.

Se poi si tratta di garantirsi una soddisfazione professionale entra in gioco anche la variabile tempo connesso al senso che ognuno vuole dare alle proprie giornate.
Per tutto questo, il metodo Coaching diviene un processo ideale che ognuno può accogliere e sperimentare al fine di conquistarsi una consapevolezza vigile e motivante.

L’emergere dei propri talenti e tesori richiede infatti la capacità da parte di un soggetto di immergersi in un dialogo interiore pro-motivo, generato dalla spirale riflessiva del Coaching, mediante l’esplorazione del proprio presente percepito e del proprio futuro desiderato. Nel mezzo, il talento abbracciato ai nostri punti di forza, costituisce il punto di connessione con tutto che muove la nostra intima sostanza.

Per scoprire meglio come trasformare i propri talenti in opportunità concrete di soddisfazione professionale, clicca sul nostro sito ed esplora tutti i corsi.

 

 

In esclusiva per INCOACHING®, testo di Simona Rebecchi – Coach professionista diplomata INCOACHING®

No Comments

Post a Comment

Chiama subito