Categoria: Come migliorare le proprie competenze di Coaching per aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi

Categoria: Come migliorare le proprie competenze di Coaching per aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi

Come migliorare le proprie competenze di Coaching per aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi

Come migliorare le proprie competenze di Coaching per aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi

Migliorare è crescere

Non esiste un modo giusto e a priori per essere felici. Ogni essere umano è interessato e impegnato dal compito di dare forma alla sua felicità in modo unico e differente.
Riguardo a questo incedere costante le parole ponte del cammino di ogni Coachee diventano quindi sogno, desiderio, obiettivo e futuro.

È risaputo, che il Coaching si distingue per la sua concretezza: consente infatti di dare vita a un metodo pragmatico di gestione degli interrogativi del Coachee, attraverso la valorizzazione delle sue risorse presenti, dei suoi bisogni reali e delle sue potenzialità future.
Proprio il Coaching favorisce nel Coachee l’espressione della sua autenticità e il dinamismo delle scelte che ne derivano, aiutandolo ogni volta a prendere consapevolezza circa la sua vocazione, il suo impegno, la sua responsabilità attiva.

 

Auto-responsabilità

Per tutto questo un Coach sa bene quanto non sia sufficiente abbracciare una visione sistemica del metodo Coaching e della relazione con il Coachee.

Occorre anche saper calare il metodo oggettivo all’interno delle proprie competenze, esperienze e attitudini, riuscendo così a dare un taglio sartoriale alla storia del Coachee, affinché il supporto sia aderente alle sue effettive necessità.

Accrescere le proprie competenze diventa quindi un focus importante per un Coach, nell’ottica di favorire nel cliente i seguenti passaggi:

  • 1. Consapevolezza di sé e degli ostacoli che limitano l’azione;
  • 2. Adattamento della traiettoria di azione e di scelta in funzione di nuove informazioni e sentori;
  • 3. Disponibilità a sperimentare e a sperimentarsi;
  • 4. Controllo del pensiero reattivo e sviluppo del pensiero creativo.

 

Come accresce le proprie competenze in ambito Coaching è questione di prospettiva e di scelta.
Ciò che non deve certamente mancare sono gli ingredienti della curiosità, della spinta verso ciò che ancora non si sa, dell’umiltà di sperimentare anche l’errore, dell’apertura mentale verso metodi, teorie, nuove discipline.
E poi la passione che induce a sviluppare una professione di tutela dei beni relazionali. Senza mai dimenticare che “ogni modo particolare di considerare le cose, in realtà è solo uno fra molti altri modi possibili”.

Possiamo credere alle parole di Shopenahauer : “ogni volere scaturisce da un bisogno e da una mancanza. A questo dà fine l’appagamento. Tuttavia, per un desiderio appagato ne rimango almeno 10 inappagati. E per ogni desiderio appagato ne sorge subito uno nuovo”. Siete d’accordo?

Se vuoi approfondire l’argomento leggi l’articolo Sogno, desiderio, obiettivo: quali differenze?”

 

In esclusiva per INCOACHING®, testo di Simona Rebecchi – Coach professionista diplomata INCOACHING®

No Comments

Post a Comment

Chiama subito